10 * Cruciale * Cose Una donna che ha perso il suo papà vuole conoscerla

Sono cresciuto un bambino con un padre mitologico.

Mio padre è morto quando avevo due mesi, solo due settimane prima del Natale del 1978. Il suo amico di vecchia data della Marina era arrivato in città e il due di loro, giovani e appena ventenni, uscirono per prendere qualche birra e recuperare.

Era stato un anno molto intenso. Qualcuno potrebbe dire che è stata un'intera vita distrutta in 365 giorni. Da gennaio a dicembre i miei genitori si erano trasferiti insieme, avevano comprato una nuova casa, erano rimasta incinta, avevano comprato un furgone nuovo di zecca, si erano sposati, mia madre compiva diciannove anni, me e adesso stavano iniziando la loro famiglia da una giovane coppia.

E poi l'11 dicembre, mio ​​padre non è mai tornato a casa. Dopo aver messo su il nostro primo albero di Natale di famiglia, era partito con il suo amico con la promessa di essere a casa entro un paio d'ore. Alle 23:00, mia madre si spaventò terribilmente. Non era da lui che non manteneva la parola.

Senza telefoni cellulari o tecnologia per indagare su dove si trovasse, e un neonato che dormiva nell'altra stanza, camminava avanti e indietro fino a bussare alla porta. Era un ufficiale di polizia, accompagnato dai genitori di mia madre e dalla sorella minore. Mio padre aveva capovolto la macchina del suo amico mentre guidava troppo veloce intorno a un cordolo - o almeno questa era la storia che l'amico sopravvissuto riferì alla polizia.

Una volta adulto, mi dissero che c'erano storie contrastanti sui dettagli dell'incidente, ma mia madre non l'ha mai indagato a fondo. Sono cresciuto un bambino con un padre mitologico, un papà che avrei sognato e pensato ma mai personalmente conosciuto.

Non c'è dubbio che questo evento catastrofico abbia avuto un impatto sulla mia vita, probabilmente in molti modi che non sarò mai in grado di concettualizzare completamente e quindi in alcuni modi posso riconoscere. Quindi proviamoci. Questo è ciò che una donna che è cresciuta senza un padre vuole che tu sappia.

1. I ruoli di genere non esistevano finché non ero un adulto.

Crescendo, osservavo mia madre fare tutto: lavorare, pulire, cucinare, fornire e fare tutto il necessario per sopravvivere. Quindi le tipiche restrizioni sociali imposte alle donne si sono perse su di me finché non sono stato abbastanza grande da vedere qualcosa di diverso. Ho ancora problemi a capire logicamente perché esistono ruoli di genere tradizionali, perché le preferenze e le capacità sono due cose diverse nella mia mente.

2. Non c'è un modo semplice per insegnare l'indipendenza.

Mia madre rimase con una così grande responsabilità quando morì mio padre: un nuovo pagamento per l'automobile, un nuovo mutuo e un bambino di due mesi. Il suo dolore e il dover fare le cose come una madre single la spinsero in una pratica di duro amore, anche in tenera età.

Ho sempre pensato che fosse emotivamente incapace o che non si curasse dei miei sentimenti finché non ero abbastanza coraggioso sfidare i suoi metodi un giorno. "È importante per me che tu sia indipendente, così non sarai mai lasciato come ero quando tuo padre è passato", ha spiegato.

3. Ci vuole molto tempo per aprirsi all'amore.

Quando il mio attuale marito è entrato nella mia vita, non ero pronto emotivamente, almeno non preparato come credevo di essere.

È successo quando abbiamo aveva convenuto che avrebbe dovuto trasferirsi al mio posto. Ho fatto il controllo regolare del dottore, quindi sono uscito nel suo ufficio eccitato, felice e nervoso per le notizie.

"Come va?" chiese il mio dottore, seduto accanto a me nella piccola stanza di valutazione. Ho risposto urlando in modo incontrollabile. Non avevo idea da dove venissero queste lacrime improvvise o perché fossero necessarie. Hanno iniziato a cadere, forte e veloce.

Il mio medico mi ha fatto una serie di domande. Una volta assicurato che non c'erano violenze domestiche o atti errati, sorrise e mi diede la sua migliore diagnosi.

"Starai bene, lo stress è ancora stressante e lasciami indovinare, questo è probabilmente il migliore rapporto in cui sei mai stato? " Ho scosso la testa, sì. "E hai paura che ora che hai qualcosa di speciale come l'amore di quest'uomo, potresti perderlo?" Ho scosso di nuovo la testa sì, stavolta asciugando le lacrime.

Chiaramente, non avevo mai ricevuto questo tipo di amore da nessun uomo prima e non avevo idea di cosa farne.

"Non posso predire il futuro, ma so che questa sensazione è qualcosa che stai per devo elaborare per andare avanti con la tua vita Se ti piace quest'uomo e ti fidi di quest'uomo, puoi anche provare a elaborarlo con lui, no? "

Mi resi conto che ci sarebbe voluto del tempo per capire cosa significa essere amato e poi capire come accettarlo. Sto ancora imparando come amare ed essere amato più liberamente. È qualcosa che richiede pazienza e pratica.

4. Ogni giorno è un dono, quindi apprezzalo.

Avere un genitore deceduto in giovane età ti espone alla fragilità della vita. Mentre molte persone sentono che la morte è lontana, ho sempre pensato che potesse aspettarmi dietro l'angolo. Ecco perché mi ricordo di essere grato e di apprezzare ogni giorno, nel caso non ci fosse un domani.

5. La pressione dell'eredità può essere travolgente.

Da quando mio padre è morto quando eravamo entrambi così giovani, vivo per entrambi. A volte penso, "Forse il suo scopo di tutta la vita era di portarmi nel mondo." E poi sono sopraffatto dal fatto che non sto facendo un lavoro abbastanza buono. È un motivatore e anche un onere.

6. C'è uno strano senso di conforto che cade sempre sopra la testa.

Non credo nella religione organizzata, ma mi considero spirituale. Sembra gentile da dire ad alta voce ma ho sempre sentito la sua presenza. È quello che mi dà la forza di essere sicuro di sé e avere il coraggio di vivere la vita che voglio.

7. Non ci sono regole per il lutto.

La mia storia è mia, e solo mia. La madre di mio marito è passata quando aveva 18 anni. A volte parliamo di quale situazione è meno traumatizzante: non conoscere mai i tuoi genitori o conoscerli e poi dover dire addio troppo presto. Abbiamo concordato che non c'è una risposta giusta; entrambe le situazioni sono devastanti.

Recentemente abbiamo anche deciso di fare un lavoro migliore ricordando e commemorando la morte dei nostri genitori. Quindi, sappi che è OK cambiare idea e aggiornare la tua pratica lungo la strada. Affrontare la morte è una cosa vivente vitale che fluisce e cambia man mano che cresciamo e invecchiamo.

8. Conoscere il tuo DNA è una cosa meravigliosamente inquietante.

Molte persone dicono che assomiglio a mia madre, ma mia madre ha sempre detto "La gente lo dice solo perché non conosceva tuo padre". Non avevo idea di cosa significasse questo finché mia zia non mi mandò una foto d'infanzia di mio padre (che non era fino ai miei trent'anni). Dopo averlo visto, sono diventato emotivo.

Era come se stessi guardando la mia foto d'infanzia, tranne la versione da ragazzo di me. Il sogghigno, l'inclinazione della testa, la postura erano stranamente troppo vicini a casa. Alla fine ho capito e ho avuto uno spunto visivo su ciò che mi stava dicendo da tutta la vita. Imparerei sempre di più su me stesso attraverso storie del passato e penso, "Forse non sono così un emarginato, dopotutto, semplicemente non mi sono collegato al lato DNA della mia famiglia."

9. C'è un grande spartiacque tra le famiglie.

Non penso che significhi accadere, ma nel tempo le visite con la famiglia del defunto diventano sempre meno numerose. Nel mio caso, non c'era quasi più tempo per stabilire una relazione familiare prima che la divisione iniziasse a insinuarsi.

Forse diventa troppo doloroso. Forse è una conseguenza di disagio. Spesso immagino come sarebbero le vacanze se mio padre fosse ancora vivo. Non che sarebbe meglio o peggio; sarebbe solo diverso. Relazioni diverse Posizioni diverse Tradizioni diverse Persona diversa.

10. Hai il controllo della creazione della tua storia.

Non ho mai visto nessun video di mio padre. Diamine, ho a malapena delle foto. Quindi è come se fosse una figura mitologica, una persona che una volta era reale (perché ne sono la prova), ma ora solo una leggendaria raccolta di storie. Nel corso degli anni ho creato la mia narrativa di ciò che potrebbe essere ora basato sulle storie di allora. Ho persino cercato di capire come sarei se la sua morte non fosse mai accaduta, ed è difficile da immaginare.

I nostri genitori sono gli scultori del nostro essere e questo non cambia solo perché ne perdiamo uno. Perché anche in perdita c'è molto da guadagnare.