La vita segreta di fantasia di una vittima di abusi sessuali

Dopo essere stata violentata brutalmente, la mia mente è diventata il mio santuario.

Prima dei telefoni cellulari e dei telefoni fissi senza fili, i telefoni domestici arrivavano con corde lunghe e ricurve, il tipo che si trova ancora oggi negli uffici, solo più a lungo e disponibile in una gamma di colori pastello. Quando avevo 16 anni, ho avuto la sfortuna di avere una di queste corde avvolta più volte al collo nel tentativo di sottomettere e impedirmi di urlare. Ha funzionato.

Durante un battito scandalosamente brutale che ho subito, sono stato strozzato abbastanza forte da perdere conoscenza, anche se sono abbastanza sicuro che stavo ancora urlando da qualche parte nel profondo della mia mente. Mi sono svegliato con uno stivale che mi scendeva in testa, e poi un paio di schiacciate facciate in una tazza del gabinetto per rinfrescarmi. Inutile dire che a quel punto ero sveglio.

Questo maniaco di 19 anni, improvvisamente colpito da una sorta di trance in psico-colpevole, sapeva che l'unico modo in cui poteva correggere l'azione sbagliata che aveva commesso era "

E così, ha tirato fuori il suo pene, lo ha spinto dentro di me più forte che poteva, grugnito, pianto, gemito, gemuto, eiaculato, ha detto che gli dispiaceva e poi, per mancanza di niente più fantasioso da fare, battermi di nuovo.

Sapeva che non avrei combattuto - e non l'ho fatto. Era un ragazzo grosso con un'anima violenta. Ero una ragazza dolce, piccola, terrorizzata, con pace e amore nel mio cuore. Non ho avuto possibilità.


Tumblr

Mi sono spesso chiesto se questa passata esperienza mi abbia davvero colpito nel modo in cui dicono che tutte le vittime di abusi sessuali e violenza sessuale tendono a portare la storia con loro per tutta la vita. Pensavo di averla fatta franca, di essere emotivamente sfiorita.

Non mi sono mai classificato come qualcuno che si soffermerà troppo a lungo su una cosa cattiva, quindi l'idea che questo atto possa in qualche modo definire me o la mia vita - beh, era solo inaudito.

Ma mi aveva cambiato la vita. E, in un modo triste, lo ha definito pure.

Tuttavia, essere picchiato e violentato non mi ha fatto un casino; Non ho mai odiato uomini o sesso - non ho mai smesso di dare una possibilità alla gente e mi sentivo libero di fidarmi delle persone come ritenevo opportuno. Ma ciò che io ha fatto ha imparato durante quei lunghi momenti di disorientamento sul pavimento inzuppato di acqua da toilette era quella realtà che sapevo che faceva schifo.

Era duro, ingiusto e straziante. Ero un bambino, per Chris. Non doveva succedere. La realtà ferisce.

La realtà non solo faceva male, era noiosa, ridondante e limitante. Tra la rabbia furiosa sapevo di essere supposto di sentirmi e l'assoluta confusione che provavo mentre crescevo nell'età adulta, volevo più di quello che questo tipo di sopravvivenza poteva darmi.

Non ero Mi accontento di pensare a me stesso solo come una vittima di un crimine perpetrato da un ammalato pezzo di sh * t - Volevo essere più di questo.


Popsugar

C'era qualcuno dentro di me che era enorme, fantasioso, pazzo, artistico, musicale - ma non si è fermato qui. Potrei essere stato confuso, ma ero altrettanto glorioso e potente.

C'erano molti diversi livelli di me che aspettavano di essere riconosciuti, e l'unica cosa che poteva mettere un freno a questa crescita selvaggia che stavo per imbarcarmi su, questa pazza fioritura di un fiore che dovevo ancora diventare, era la realtà.

E così, per coesistere con la monotonia della vita quotidiana con i suoi brutti ricordi, i suoi metodi di sopravvivenza ipercompensati, il suo schiacciante spirito le delusioni e l'attrazione eterna che ci tiene così inutilmente coinvolti nel suo dramma, ho inconsciamente creato una deviazione. E questa strada, che è diventata una strada ben percorsa e per tutta la vita, ha portato al mio posto preferito, la mia casa lontano da casa: il mondo della fantasia.

La mia mente è diventata il mio santuario. Nessuno poteva toccare questa preziosa oasi interiore, nessuno poteva penetrare nella mia mente; apparteneva a me, il mio unico tempio, il mio sacro suolo. Miniera. Potresti calpestarmi, ma non potresti ucciderti.


Tumblr

Ironia della sorte, la mia vita fantastica ha sempre ruotato intorno a un tema: l'amico perfetto, fedele e leale. E così, ho sempre tenuto il mio cuore sempre aperto, cercando quella divina fedeltà in quelli che ho incontrato.

Qui e là, sarei diventato amico dei compagni perfetti, persone che cadevano facilmente nell'idea che la fantasia fosse sempre migliore della realtà e che, forse, potrebbe essere una buona idea vivere lì, almeno per un po '.

Con la realtà sempre in lontananza sullo sfondo, abbiamo prestato tutta l'attenzione necessaria per cavarsela. Abbiamo vissuto le nostre vite come persone normali.

La vita era allo stesso tempo fragile e infida, e l'unico modo per viverlo senza crollare era fingere che ci fosse qualcosa di più, qualcosa di speciale, qualcosa che solo noi nel mondo della fantasia potremmo condividere.

Avevo amici che duravano anni, ma come sa ogni vero fantasista, se tutte le parti non sono sulla stessa pagina, la fantasia è finita. E anche se sono certo di poter mantenere per sempre il romanticismo della fantasia, altri si sono ritirati.

Perché, come la vita richiede cambiamenti, richiede anche che ci adattiamo ai tempi - se viviamo nella realtà o nella fantasia . E i finali, in entrambi i reame, possono variare da aggraziati a duri.

Ho imparato che il mondo della fantasia e del gioco di ruolo era un campo vulnerabile, forse anche più che in quello del campo di gioco della realtà. Un cuore spezzato è un cuore infranto in ogni mondo.


Imgur

Dopo aver ricevuto una diagnosi di cancro, il mio mondo crollò. La realtà, come avevo sempre sospettato, era veramente il nemico della mia mente a questo punto. Quindi, non solo la vita era straziante, ma era preziosa, fragile e minacciata.

E tutto ciò che esigeva da me era di prestare attenzione, non scappare mai, sentire la malattia, provare il peso maggiore di tutto l'orrore. La realtà mi stava chiedendo di morire per questo.

Così, nello stesso modo in cui lo feci con la mia reazione alla violenza e allo stupro che mi aveva colpito quando avevo 16 anni, dissi alla realtà: f * ck tu .

L'ho capito. Lavorerò Sopravviverò. Pagherò le bollette e farò la passeggiata. Scivolerò attraverso questa vita in modo tale che chiunque possa intravedermi vedrà solo un altro adulto responsabile, che fa le sue cose. Ma dentro, sono fuori.

Dentro, sono un amante, un amico.

Dentro, il cielo è blu e le amicizie durano per sempre.

Dentro, vivo per sempre in pace e non succede mai niente brutto, e nessuno mi tradisce.

Dentro, non ho paura.

Dentro la mia mente, vivo in paradiso

11 Celebrità che sono sopravvissuti all'assalto sessuale

Clicca per vedere (11 immagini ) Amy Sciarretto Blogger Buzz Leggi dopo

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su The Huffington Post. Ristampato con il permesso dell'autore.